TESSERE PLASTICHE

Cardnology fornisce ai propri clienti le tessere neutre e le relative stampanti (dimensionate a seconda del lavoro che deve essere prodotto) per metterti in condizione di essere autonomo nel servizio di stampa, sovrastampa e codifica delle card.
Tra le principali tessere individuiamo 4 grandi aree

NEUTRE

Tessere senza alcun tipo di tecnologia, adatte per tesserini di riconoscimento e tessere associative.

BANDA MAGNETICA

Le tessere a banda magnetica sono le più comunemente utilizzate per veicolare piccole quantità di dati.

CHIP

Chip card o smart card sono le tessere con il chip esterno a vista, utilizzate nei più svariati campi di applicazione.

CONTACTLESS RFID

Tessere con tecnologia RFID, utili per immagazzinare ingenti moli di dati con la massima sicurezza.

TECNOLOGIE

Cardnology fornisce tutte le tipologie di tessere plastiche. Cardnology fornisce tessere neutre oppure offre il servizio di stampa sulle tessere, nelle tecnologie:
Le tessere plastiche hanno uno standard di dimensioni, pari a 86×54 mm, mentre lo spessore può variare a seconda delle esigenze da 0,4 mm a 0,76 mm. Vi sono anche tessere fuori standard e tessere a tecnologia mista (ad esempio con banda magnetica e chip come gli attuali bancomat).
Le tessere plastiche possono essere di diversi materiali:
1- PET: Materiale a basso impatto ambientalee con questo si ottengono card dello spessore di 0,33 mm. Le cards realizzate PET possono essere sia laminate che verniciate; la laminatura resiste al calore in misura molto superiore rispetto al PVC. Le Carte autostradali ad esempio sono realizzate in PET e laminate con PVC per renderle più resistenti alle alte temperature che ci sono in estate all’interno degli abitacoli delle automobili. Il PET ha comunque un costo molto superiore al PVC e il prodotto finito ha un costo circa doppio rispetto al medesimo realizzato in PVC.
2-PVC:  il più comune ed utilizzato, grazie alle sue doti di duttilità. Per le sue caratteristiche viene di solito avvicinato al polistirene anche se, rispetto a quest’ultimo, risulta più resistente e duraturo. Flessibile nei bassi spessori e rigido in caso di spessori maggiori, il PVC è disponibile anche con diversi punti vicat (punto di rammollimento) e pertanto risulta ideale per molte applicazioni. Questo materiale può essere lucido o mattato (opaco) e grazie alla sua superficie particolarmente uniforme è ideale per ottenere una stampa fedele in ogni dettaglio.
3-PET-G:  Anch’esso è un materiale a basso impatto ambientale, tipicamente utilizzato in maggior parte nelle produzioni destinate ai Paesi Scandinavi (molto sensibili già per legge all’ambiente), questo materiale può avere qualsiasi spessore poichè è una molecola modificata del PET.
4-PLISTIROLO:  Questo materiale permette la realizzazione di card verniciate monostrato in diversi spessori per quantità enormi e a costi ridotti.
5-LEGNO:  Altro materiale a basso impatto e con la possibilità di ottenere effetti visivi totalmente diversi dagli altri materiali.